SANDRO OGGI

Oggi il "Ciclone di Pontedera" vive in una splendida villa immersa nel verde delle colline toscane, alle spalle del Monte Serra, tra pini secolari, alberi da frutto e viti. Ha sconfitto la nostalgia, l'abbandono di tutti quelli che salirono sul suo carro quando era uomo copertina e ne discesero altrettanto in fretta quando questo onesto pontederese capì che era giunto il momento di farsi da parte e dedicarsi alla sua famiglia, proprio qui nella sua splendida dimora. 

Sta proprio nella sua famiglia il segreto della sua riuscita anche dopo il ritiro sportivo: Marisa, sua moglie e consigliera gli è stata a fianco sempre, è la madre dei suoi due figli, David e Simone, i più tenaci sostenitori del Campione, che curano, oltre a svolgere l'attività di ottici, le pubbliche relazioni del padre in maniera professionale e oculata. Tutte le mattine Sandro si alza di buon'ora, fa una ricca colazione, non dimenticando le sane abitudini di quando combatteva, fa un'oretta di esercizi per conservare al meglio la sua ottimale forma fisica, poi dedica il resto della sua giornata al suo hobby preferito: le viti!


Se ne occupa lui in prima persona, accudisce e controlla tralcio per tralcio ogni pianta e solo dopo il suo sì i lavoranti possono procedere; tale amore e dedizione viene ripagato dopo la vendemmia, quando il nettare si trasforma in vino, un vino che solamente in pochi possono assaporare, Sandro lo produce solo per se e per i suoi più cari amici, ma è ben disposto ad offrirne un bicchiere a coloro che lo vanno a trovare. 


Chiunque vada a trovare il nostro Campione, non può non rimanere colpito dalla vastità di trofei, immagini, filmatidell'epoca presenti in casa Mazzinghi, tanto che si è reso necessario allestire un'ala della casa solo per questo: tra i molteplici premi ne spicca uno molto prestigioso e recente:
il San Valentino d'Oro, ritirato a Terni.

Oggi Sandro continua ad essere un uomo pulito ed onesto che non ha mai ceduto ai compromessi, quei compromessi che forse gli avrebbero permesso di avere più a lungo le luci della ribalta su di se ma che lo avrebbero marchiato per sempre.


E' contento comunque di come sia andata, di lui si può dire solo bene, non ha venduto l'anima al diavolo, è un uomo libero e può camminare a testa alta, i tempi delle polemiche sono finiti, è tempo per lui di raccogliere i frutti della sua tenacia e pazienza che non tarderanno ad arrivare; nel frattempo, che piaccia o no, lui rimane sempre sul Tetto del Mondo! 

 



 

credits
Norma sulla Privacy
facebook youtube ita eng esp flash version